mercoledì 27 marzo 2013

Bruxelles

4-7 aprile 2012 e 27 febbraio-1 marzo 2016 (e altre in mezzo e dopo)
comte de flandre
viale di sainte catherine
Bruxelles risulta conosciuta ai più principalmente per ospitare la sede del parlamento europeo piuttosto che per le sue velleità turistiche e artistiche; la città presenta invece un gran numero di attrazioni e monumenti interessanti, oltretutto di stampo molto eterogeneo, e un aspetto estremamente multiculturale che la rendono, insieme al fatto di essere una delle destinazioni più economiche da raggiungere dall'Italia e al suo notevole panorama gastronomico (birra e cioccolata su tutto, ovviamente, ma anche la gastronomia nei ristorantini dell'Ilot Sacrè e del Marolles), una meta estremamente interessante per un viaggio breve (il classico week-end lungo per esempio).

giovedì 14 marzo 2013

Indocina parte 8: Hua Hin e Phetchaburi

6-8 gennaio 2013
moli di hua hin
hat hua hin
Dopo aver girato in lungo e in largo tra la Cambogia e la Thailandia del nord, prima di affrontare il lunghissimo volo di ritorno a Roma, era decisamente il caso di fare una puntata al mare. Così, dopo un ulteriore viaggio notturno in bus che da Chiang Mai mi aveva riportato per l'ennesima volta a Bangkok, ho pensato bene di dirigermi verso quella che, guide alla mano, sembrava fosse la città col mare migliore nelle vicinanze della capitale: Hua Hin.

lunedì 4 marzo 2013

Indocina parte 7: Chiang Mai

4-5 gennaio 2013
Dalla stazione Mo Chit di Bangkok (la stessa in cui arrivate se provenite dal confine con la Cambogia di Poipet) partono dei comodissimi bus notturni diretti verso il nord del paese, spaziosi e con delle ampie poltroncine reclinabili, in modo da poter effettuare il viaggio dormendo (e spendendo poco più di 20 euro). 
wat phra singh
th ratchadamnoen
Il viaggio da Battambang alla capitale tailandese mi aveva richiesto l'intera giornata (grazie alle oltre 4 ore e mezza occorse per passare la frontiera, e grazie anche alle varie tappe necessarie a scaricare le tre persone con le quali avevo deciso di affittare un taxi-furgone per arrivare a Bangkok più velocemente e al traffico onnipresente intorno alla capitale...e meno male che l'autista correva come un matto), ed è quindi stato un vero sollievo scoprire di avere fatto in tempo a prendere l'ultimo autobus (alle 22 circa) che il mattino successivo mi avrebbe fatto svegliare nella città di Chiang Mai.